Archivio | Certificazione RSS for this section

L’importanza di chiamarsi Urbis

Urbis Project

Urbis project

E’ da tempo che non ci affacciamo al nostro blog, alla nostra newsletter, che non scriviamo qualcosa di differente (già di differente) rispetto alle novità (tante) di questi primi sette mesi di 2017.
Agosto rappresenta per certi aspetti il valico, è come (per usare un gergo Touch) se avessimo chiuso il 50% delle boe di un settore e ci apprestiamo ad avvicinarci alla soglia.
Vogliamo fare un bilancio, seppur parziale, e ricordare a chi legge che il percorso, la strada verso la dimensione di differente nel mondo del Door to Door, è intrapreso da tempo, ed è condiviso, da (quasi) tutti coloro che si avvicinano al nostro mondo, e questo ci gratifica non poco.
Sono anni ormai che lo andiamo ripetendo, e continueremo a farlo sino a quando potremo: noi di Urbis vi raccontiamo una filosofia, un modo differente di vivere questo settore, questo mondo del volantinaggio e più in generale della distribuzione, che si rivela davvero complesso.
Il nostro obiettivo non è realizzare sistemi di controllo, non cerchiamo lo strumento giusto per vessare l’agenzia, per armare l’insegna, non è questo il nostro credo.
Ci piace pensare che noi di Urbis, possiamo fornire la possibilità di operare veramente in modo differente.
Non raccontiamo di Urbis, come un modello o più modelli di controllo finalizzato a stanare il furbetto di turno, raccontiamo della nostra piattaforma, come una “casa”, come di un ambiente o una dimensione alternativa a quella che quotidianamente si vive in questo settore.
Non è compito nostro certo, spiegare che i prezzi applicati per queste attività sono molto bassi, spesso anche al di sotto della sostenibilità; non è nostro il compito di convincere che in questo settore possano esistere aziende vere e proprie oltre che artigiani del volantinaggio che danno il trecento per cento per mettere in mostra la loro qualità; non è nostro il compito di dare consapevolezza che oggi in Italia il media del volantino è ancora un canale importante di comunicazione non solo per GDO.
Noi abbiamo solo un dovere, dimostrare a questo settore, che esiste qualità, che c’è tanto buono e tanta professionalità in questo ambito; e lo possiamo fare grazie alla tecnologia, che pervade ormai gran parte degli ambiti della nostra quotidianità.
Abbiamo il dovere di mettere in campo parole e strumenti come Geomarketing, GIS, GPS; questa considerazione se ci pensate è ovvia perché il 90% di questa attività si svolge sul territorio e questa è la migliore tecnologia ad esso applicabile.
E credeteci il nostro primo obiettivo è difendere le agenzie, il nostro secondo è tutelare l’investimento delle insegne.
Noi siamo ospiti in questo settore e abbiamo il dovere di portare in questo ambito suggerimenti, miglioramenti, non certo ordini, abbiamo l’obbligo di conoscere aziende, persone, né migliori, né peggiori … semplicemente differenti.

Annunci

LA CERTIFICAZIONE PIU’ GRANDE DI SEMPRE

boa_verdeIniziamo con i numeri, visto il titolo, ci sembra doveroso:
più di 16 milioni di civici da geocodificare per oltre 900.000 strade su tutto il territorio nazionale.
Più di 8.000 comuni da nord e sud, isole incluse, anche le minori!

Capite perché parliamo della più grande certificazione di sempre? perché oggi mentre stiamo raccontando di questi numeri prende avvio la consegna dello Smartbook, meglio noto come Elenco Telefonico o Pagine Gialle.
Si parte con la Puglia, in questo tour informatizzato di dati (oltre 13 milioni) che mensilmente saranno processati, per mostrare in tempo reale le ben note Boe Rosse, che si colorano di Verde.

E’ un’operazione che visti i tempi e numeri segna il passo dell’impresa, ma concede anche il metro di cosa oggi sia diventato il sistema Urbis 3.x, della sua capacità della sua presenza su l’intero territorio nazionale, della sua potenza.

Sarà la più grande certificazione di sempre e per realizzarla ItaliaOnLine, si è affidata a noi, la miglior piattaforma di certificazione di sempre.

Tralasciamo i consueti concetti, che ci accompagnano in questo nostro percorso di crescita, sottaciamo il nostro Delivery Different, sempre presente, apprezzando che l’invito al cambiamento, all’approccio totalmente tecnologico continua a generare su tutto il territorio nazionale nuovi “differenti”, votati alla ricerca ed alla tutela della loro qualità e del miglioramento del loro servizio.

L’obiettivo è, e resta questo: cercare in giro per il mondo, folli come noi, ne migliori, ne peggiori … semplicemente differenti.

#bedifferent